Personale docente

Marco Zambon

Ricercatore universitario confermato

M-STO/07

Indirizzo: VIA DEL VESCOVADO, 30 - PADOVA . . .

Telefono: 0498278536

E-mail: marco.zambon.2@unipd.it

  • Il Martedi' dalle 11:00 alle :00
    presso Studio docente Palazzo Liviano, piazza Capitaniato 7
    Lo studio si trova al secondo piano, nell'ex istituto di storia antica NB fino a nuove disposizioni il ricevimento in presenza è sospeso; sono possibili sotanto colloqui online, previo appuntamento via mail (marco.zambon.2@unipd.it)

Marco Zambon (1965) è ricercatore di Storia del cristianesimo e delle chiese presso il Dipartimento di studi sotrici, geografici e dell'antichità dell’Università di Padova.
Il suo lavoro di ricerca concerne la storia del platonismo di età imperiale, secondo due prospettive fondamentali: lo sviluppo interno della tradizione platonica nel corso dell’età imperiale e gli esiti del confronto di questa tradizione con il pensiero cristiano.
Ha pubblicato vari saggi su Porfirio, Origene e i volumi: Severino Boezio, La ricerca della felicità (Consolazione della Filosofia III), Venezia 2011; Porphyre et le moyen-platonisme, Paris 2003; «Nessun dio è mai sceso quaggiù». La polemica anticristiana dei filosofi antichi, Roma, Carocci, 2019.

Fino a nuove indicazioni, il ricevimento degli studenti potrà avvenire soltanto online; chi volesse concordare un colloquio è pregato di scrivermi a marco.zambon.2@unipd.it


la prima lezione del corso di storia del cristianesimo antico e medievale si terrà il 28 settembre alle ore 8.30, soltanto in modalità online. Sarà possibile connettersi mediante piattaforma zoom al seguente indirizzo: https://unipd.zoom.us/j/99421038646


la prima lezione del corso di storia delle dottrine teologiche si terrà soltanto in modalità online il 28 settembre alle 16.30. Sarà possibile connettersi dalla piattaforma zoom a questo indirizzo: https://unipd.zoom.us/j/96160218948

indicazioni sulle modalità di prosecuzione di entrambi i corsi saranno date in seguito, in base alle esigenze e alle possibilità dei partecipanti e del docente