Personale docente

Gianluigi Baldo

Professore ordinario

L-FIL-LET/04

Indirizzo: VIA DEL VESCOVADO, 30 - PADOVA . . .

Telefono: 0498274514

Fax: 049 827 8502

E-mail: gianluigi.baldo@unipd.it

  • presso Palazzo Luzzato Dina (Storia), I piano presso lo studio di Direzione, via del Vescovado 30
    Per impegni istituzionali, a partire dal mese di maggio 2016 il docente riceverà solo su appuntamento (gianluigi.baldo@unipd.it)

Gianluigi Baldo (Portogruaro, 10/03/1960) è professore ordinario di Letteratura latina, Direttore del Dipartimento di Scienze Storiche, Geografiche e dell'Antichità (DiSSGeA).
È membro del Collegio Docenti della Scuola di Dottorato in Scienze linguistiche, filologiche, letterarie dell'Università di Padova, dell'Accademia Galileiana di Scienze, Lettere e Arti di Padova, dell'Accademia Properziana del Subasio, del Centro di studi GRAL (Greco Arabo Latino) Incontro di culture.
Dirige la collana di testi classici "Convivio" per l'editore Marsilio.
I principali filoni di ricerca seguiti hanno per oggetto la letteratura di età augustea, la prima produzione oratoria di Cicerone, la storiografia di età imperiale, la fortuna moderna degli autori classici. Nel quadro degli studi augustei ha partecipato alla stesura del commento a più mani all'Ars amatoria ovidiana (II libro), uscito nel 1991 per la Fondazione Valla; ha pubblicato la monografia Dall'Eneide alle Metamorfosi. Il codice epico di Ovidio, Padova, Imprimitur, 1995 e il volume Eros e storia. Orazio, Carm. I 1-20 e II 1-20, Verona 2009; ha curato il commento all'edizione dell'Eneide uscita presso Marsilio (Venezia 1998, 2004 II ed.), con introduzione di G. B. Conte e traduzione di M. Ramous; attualmente collabora a un’edizione (con commento e traduzione) delle Odi di Orazio, curata da Emilio Pianezzola per la Fondazione Valla. Per quanto riguarda gli studi ciceroniani, oltre a contributi in rivista, ha pubblicato presso Le Monnier (2004) un'edizione critica con commento scientifico a Cicerone, Verr. II 4 (De signis). Ha partecipato al "Collegio dei diritti antichi" presso l'Istituto Universitario di Studi Superiori di Pavia, tenendo un seminario su "Le repetundae e le Verrine" (gennaio 2007). Nel quadro degli studi sulla storiografia imperiale ha curato la traduzione e il commento dei libri XIII-XIV degli Annales nell'edizione delle opere di Tacito coordinata da Renato Oniga (Torino, Einaudi, ["Biblioteca della Pléiade"], 2003).
Nell'ambito di un progetto di eccellenza finanziato dalla Fondazione Cariparo ha diretto la prima edizione moderna del De re anatomica di Realdo Colombo (1559) uscita nel 2014 per la collana “Sciences et Savoirs” della casa editrice parigina “Les Belles Lettres”.
Ha curato (con Elena Cazzuffi) un volume collettaneo sul concetto di paesaggio nella letteratura latina (Regionis forma pulcherrima: percezioni, lessico, categorie del paesaggio nella letteratura latina, Firenze, Olschki [“Biblioteca dell’Archivum Romanicum. Serie 1 – Storia. Letteratura, Paleografia”], 2013).
Nel 2014 ha fondato il Centro Interdipartimentale di Ricerca “Studi Liviani”, istituzione che ha organizzato due convegni internazionali su Tito Livio (2015 e 2017) con la presenza di numerosi studiosi italiani e stranieri. Dirige un Progetto di ricerca finanziato dall’Università di Padova (“Tradizione ed esegesi della terza decade di Tito Livio”), che prevede fra l’altro il commento al libro XXI di Tito Livio (prima fase di un commento completo alla terza decade).

Per impegni istituzionali, a partire dal mese di maggio 2016 il docente riceverà solo su appuntamento. Si prega di inviare una email a gianluigi.baldo@unipd.it.