L’economia dell’eccellenza. L’artigianato italiano nei circuiti internazionali - saperi tradizionali, innovazioni tecnologiche e strategie comunicative (XIX-XX secolo)

L’Italia è il paese europeo con la più alta percentuale di imprese artigiane. Gli analisti attribuiscono l’importanza delle imprese artigiane alla loro capacità di proporsi come eredi di culture, saperi e produzioni legati ad una tradizione di eccellenza radicata nel tempo e nello spazio. Il progetto si focalizza pertanto sul patrimonio culturale dell’artigianato, il cui spessore tende a perdersi con il passare delle generazioni: si tratta in buona parte di un patrimonio immateriale da salvaguardare e trasmettere attraverso le memorie del lavoro, la conservazione di prodotti, tecniche e processi produttivi, attraverso i procedimenti della storia orale, della storia del lavoro e dell’archeologia industriale. La ricerca analizzerà due territori simbolo: il Veneto e la Toscana, realizzando anche una banca dati sui prodotti italiani presenti alle Esposizioni Universali dal 1851 fino ad oggi, al fine di far emergere il modo in cui il prodotto artigianale italiano è stato valutato sui mercati internazionali.

Assegnista
Francesco Catastini
Durata
Anno 2018 - 2019
Responsabile per il Dipartimento
Giovanni Luigi Fontana