LA TERZA DECADE DI TITO LIVIO E L’IDEOLOGIA AUGUSTEA

Il progetto si propone di indagare la presenza della tematica augustea all’interno della terza decade dell’opera liviana. La ricerca si inquadra all’interno del Progetto di Ricerca di Ateneo 2015 ‘Tradizione ed esegesi della terza decade di Tito Livio’. Il punto di partenza sarà l’analisi della categorie di augusteismo e antiaugusteismo sulle quali si sono interrogati molti studiosi di Livio, partendo dalla problematica interpretazione della pessimistica praefatio. In particolare, nella terza decade lo scontro si prefigura per Livio come un bellum maxime omnium memorabile, l’«apogée moral de Rome» dopo il quale la parabola della res publica intraprese una lenta e inesorabile discesa. Vista la ricorsività in tutta la letteratura augustea di immagini, personaggi e motivi topici della seconda guerra punica, divenuta quasi paradigma delle antiche virtutes, il confronto intertestuale sarà uno degli elementi cardine dell’analisi letteraria che verrà condotta dall’assegnista in una serie di lavori preparatori in vista di un commento al XXI libro: il confronto verrà condotto in particolar modo con la poesia virgiliana e la lirica civile oraziana, al fine di cogliere prospettive ideologiche condivise. Andranno nello specifico valutate le modalità con cui avviene l’idealizzazione di questo periodo storico e in particolare come la raffigurazione delle virtù dei protagonisti delle guerre puniche contribuisca all’elaborazione dell’ideale ritratto del princeps.

 

Durata
2017 - 2018

Assegnista
Antonella Duso

Responsabile per il Dipartimento
Gianluigi Baldo